ARMANDO RESTIGNOLI

Socio fondatore
Avvocato
Patrocinante in Cassazione e magistrature superiori

Laureato in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi RomaTre nel 2003 con il massimo dei voti, ho poi frequentato la Scuola Dottorale Internazionale di Diritto ed Economia “Tullio Ascarelli” e la Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali dell’Università degli Studi RomaTre sino al 2005.
Ho maturato la mia esperienza professionale lavorando presso lo Studio Legale Bazzani (2003/2004), poi presso l’Avvocatura del Comune di Roma (2004/2005), e successivamente presso lo Studio Legale internazionale Sinisi Ceschini Mancini & Partners (2006/2012). Queste differenti realtà lavorative mi hanno consentito di conoscere e sviluppare molteplici profili del diritto sostanziale e procedurale, accrescendo la mia esperienza soprattutto in ambito internazionale.

Nel 2012 ho deciso di fondare, insieme alla mia socia Roberta Ceschini, uno studio legale che elevasse il rapporto col Cliente a vero e proprio “standard di qualità”. Conosco bene il coinvolgimento che può derivare da qualsiasi controversia legale, e cerco di mettere il mio lavoro a disposizione di tutti i nostri Clienti affinché possano affrontare con sicurezza e serenità qualsiasi disputa, e contare sempre su un partner altamente qualificato e costantemente presente per vincere tutte le sfide legali e giudiziarie.

Iscritto all’Albo degli Avvocati nel 2007, sono divenuto membro della Camera Penale di Roma e dell’International Bar Association. Nel 2016 ho ottenuto l’abilitazione professionale per esercitare anche davanti a tutte le Magistrature Superiori.

Lingue

Italiano, Inglese.

Pubblicazioni

Sulla prescrizione presuntiva” – Cass. civ. Sez. III, 31/10/2005, n. 21116: Mass. Giur. It., 2005.

Esclusa la configurabilità del reato di associazione per delinquere per la sopravvenuta depenalizzazione del reato fine”: Cassazione Penale, Giuffrè, 2006, Vol. XLVI, n. 6.

Responsabilità medica – il danno da nascita indesiderata“: Giurisprudenza Italiana, UTET, 2007, n. 3.